Esercito di minatori per gli zaffiri malgasci. Specie rare a rischio?

Dopo Didy nel 2012 è in atto una nuova corsa per gli zaffiri in Madagascar, a partire dallo scorso ottobre, in un’area protetta dal 2015 dal governo locale nel corridoio Ankeniheny-Zahamena (CAZ), area di Bemainty, 35 km ad est di Ambatondrazaka. Come al solito è arrivato puntuale il resoconto dello stimato gemmologo e conservazionista Vincent Pardieu, uno dei suoi ultimi per conto del GIA. Un piccolo esercito di 50.000 minatori scava a circa a due metri di profondità nel letto di un corso d’acqua, armato di setacci rudimentali. Il materiale rinvenuto, principalmente di un blu chiaro, scuro, blu verdastro spesso lattiginoso e silky, risponde bene al trattamento termico. Molte pietre sono già attraenti e si possono comunque lasciare esenti da riscaldamento. Michael O’Brien-Onyeka Vice Presidente Senior dell’Africa Field Division (Conservation International) ha dichiarato che l’improvvisata migrazione mineraria sta causando deforestazione in un’area ricchissima di specie endemiche. Lo stesso Pardieu però testimonia che s’aspettava di peggio: molte aree erano comunque già da tempo state guadagnate all’agricoltura e l’impatto sarebbe attenuato dalle tecniche artigianali meno invasive rispetto alle operazioni industriali (vedi giadeite in Myanmar). Il carattere illegale e improvvisato delle attività è tollerato dalle autorità e s’è creato un indotto di compratori, di cui molti dallo Sri Lanka, nei villaggi limitrofi. Al di là delle controversie sulla portata dei danni ambientali resta il fatto che la dispersione dello sfruttamento minerario nella grande isola non ha favorito iniziative compensatorie capaci di restituire alla conservazione dell’ecosistema parte dei ricavi, come per esempio accaduto in Mozambico (Niassa Lion Project, Niassa National Reserve) per merito di Gemfields.

Gem News a cura della redazione di Trasparenze News, pubblicato su Rivista Italiana di Gemmologia n. 1, Maggio 2017.

(© Cnn.com)

Rivista Italiana di Gemmologia

La Rivista Italiana di Gemmologia è un network informativo per Gemmologi e per professionisti quotidianamente impegnati nel settore delle pietre preziose. Rivista Italiana di Gemmologia, the Italian Gemological Review, is a communication project masterminded by Trasparenze Group aiming to start in Italy a broad information framework for Gemologists as well as professionals involved daily in the gemstone business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *